Integrazione Fasciale

integrazione fasciale

Ogni nostra emozione, paura, gioia, rabbia tristezza, disgusto e le loro diverse sfumature e combinazioni, si esprimono sempre col corpo, con gesti, espressioni, tensioni, movimento.

L'integrazione fasciale muove dal corpo, da tensioni dolorose e/o difetti della postura, attraverso il contatto con le fascie, i muscoli, i tendini e la pelle.

Si tratta di contatti prolungati, energici e mantenuti, talvolta al limite del doloroso che muovono il corpo ma secondo un percorso al contrario, tornano a liberare le emozioni che hanno condizionato queste tensioni. E' un viaggio di ritorno nel profondo, fino a ricontattare immagini, ricordi e situazioni sepolte nelle nostre tensioni muscolari.

integrazione fasciale

E' doveroso che chi si sottopone a questa terapia sappia, sia consapevole che può andare incontro quasi sicuramente ( ed è proprio uno degli obiettivi della terapia di integrazione fasciale) ad emozioni molto forti, che emergono dal proprio passato personale, oltre ad immagini e ricordi di situazioni passate, talvolta anche dolorose.
Ci possono essere situazioni di transfert emotivo verso il terapeuta, positivo o negativo, che è sempre presente per contenere queste situazioni.Queste manifestazioni, che chiamiamo "rilasci emotivi" ( riso, pianto, ansia, paura, gioia), sono parte della terapia e vanno accolte e contenute dal terapeuta; sono la premessa per la risoluzione delle tensioni corporee che vogliamo curare. Spesso è consigliato come integrazione del trattamento un Colloquio Psicoterapeutico di appoggio con la Specialista della studio, secondo le valutazioni concordate assieme al terapeuta e a seconda dell'evoluzione del trattamento.

Share by: